Musa Formazione

, ,

Come diventare un insegnante di sostegno

PUBBLICATO IL: 20/01/2021 DA: Antonio Racanati
Non è molto semplice capire il meccanismo che c’è dietro alla carriera dell’insegnante di sostegno: TFA, abilitazione, concorsi docenti e tanto altro ancora. Ecco perché abbiamo pensato di dedicare un articolo con info e consigli sui docenti di sostegno e anche sulle nuove assunzioni scuola che arriveranno a breve. Ricordiamo, infatti, che la Legge di bilancio 2021 ha anche previsto migliaia di posti docenti di sostegno da distribuire nel prossimo triennio. Se ti sei mai chiesto come diventare docente di sostegno, sei nel posto giusto.

Cosa fa il docente di sostegno

L’insegnante di sostegno è un docente in possesso di una specializzazione per le attività di sostegno, che viene assegnato alla classe in cui è stato inserito almeno un alunno con disabilità, per promuovere l’integrazione al suo interno (L. 104/1992). Nello specifico questa tipologia di insegnante si occupa dell’inclusione e delle attività di supporto e sostegno al lavoro della classe essendone contitolare a tutti gli effetti. Pertanto, per diventare docenti di sostegno di ruolo bisogna seguire questi step:
  1. avere l’abilitazione all’insegnamento oppure titolo di studio valido per l’accesso ad almeno una classe di concorso più i 24 CFU;
  2. conseguimento della specializzazione per l’attività di sostegno (TFA sostegno);
  3. superamento di un concorso.

Chi può diventare insegnante di sostegno?

Può diventare insegnante di sostegno chiunque sia in possesso di uno dei seguenti requisiti:
  • l’abilitazione all’insegnamento;
  • titolo di studio valido per l’accesso ad almeno una classe di concorso più i 24 CFU;
  • diploma di scuola superiore di tipo tecnico-professionale (sono esclusi i licei).
Il titolo di accesso valido per l’accesso ad almeno una classe di concorso si riferisce al titolo che occorre avere per partecipare al concorso insegnanti. Il titolo dunque non è altro che la laurea magistrale integrata da eventuali CFU aggiuntivi. Esempio: con la laurea LM 18-Informatica è possibile partecipare al concorso docenti per la classe di concorso A-26 Matematica.

Docente di sostegno con il diploma

Anche chi è diplomato può ottenere l’abilitazione dal momento che – nel percorso TFA – sono attivi anche posti riservati a ITP (insegnanti tecnico pratici) cui si può accedere con il diploma di scuola secondaria di II grado (maturità). Per i posti ITP non saranno richiesti i 24 CFU fino all’a.s. 2024/2025. Sono ammessi tutti i diplomi tecnici e professionali, ossia i diplomi che consentono di partecipare al concorso docenti in qualità di ITP.

TFA: come ottenere l’abilitazione

Si è detto che per diventare docente di sostegno occorre ottenere l’abilitazione. L’abilitazione viene rilascia dopo aver completato uno dei percorsi di specializzazione (ora conosciuti con il nome TFA sostegno) istituiti ed attivati dagli Atenei. Il TFA è un periodo di formazione teorico-pratico che, una volta portato a termine, consente di ottenere l’abilitazione necessaria per partecipare ai nuovi concorsi scuola come posto su sostegno. In altri termini, completando il TFA è possibile diventare un insegnante di sostegno. L’accesso al corso annuale di specializzazione per le attività di sostegno è subordinato al superamento di una serie di prove predisposte dalle singole Università per i diversi gradi di scuola: un test preliminare, una prova scritta, una prova orale. Ricordiamo infine che senza l’abilitazione non si può partecipare ai concorsi per docenti riservati al sostegno. Vuoi rimanere aggiornato con altri articoli relativi al settore della scuola e dell’insegnamento? Continua a seguire il nostro blog e scopri il corso di acquisizione dei 24 CFU targato Musa Formazione. Alla prossima! 24 CFU
Antonio Racanati

PARLANO DI NOI

crossmenu