GDPR e marketing: le trasformazioni in un anno

GDPR then and now

È passato poco più di un anno da quando è stato introdotto il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) per tutti i membri dell’UE e dell’Europa.

Quindi cosa ha significato per le aziende? Alcuni dicono che il cambiamento di legge ha influenzato negativamente la loro attività, mentre la maggior parte è uscita dal dramma iniziale del GDPR e ora vede i cambiamenti in una luce positiva.

Una recente ricerca condotta dal DMA, “Privacy dei dati: una prospettiva dell’industria 2018”, ha rilevato che il 57% dei marketer ritiene che il GDPR avrà un impatto positivo o neutro sulle vendite. Una cosa è certa, ha affinato le moderne pratiche di marketing e realizzato una migliore comunicazione tra le imprese e il loro mercato di riferimento.

 

Alla Marketing Week Live di quest’anno, Shane Phair, CMO di CM Group ha tenuto il seguente discorso: discorso “Come il GDPR ha salvato l’email marketing – cosa succede dopo?” e ha affrontato alcune delle idee chiave sul GDPR per il settore.

Come il GDPR ha salvato l’email marketing: cosa succede dopo?

Ricordate quando dicevano che il GDPR avrebbe ucciso l’email marketing? Non è stato così.

“Dopo il GDPR, i tassi di apertura dei nostri clienti sono aumentati del 28%”

 

Guardando al B2B, ci sono prove a sostegno del fatto che i marketer nel loro complesso hanno trovato positivo il passaggio alla Direttiva sulla protezione dei dati al GDPR:

Una delle principali preoccupazioni per le persone un anno fa era l’effetto dannoso che il GDPR avrebbe avuto sul loro database e quindi risultati.

Perché dovresti investire i tuoi sforzi di marketing su persone che non sono interessate alla tua offerta di servizi? Il GDPR ha permesso alle aziende di poter costruire un database mirato in modo da concentrare la loro attenzione sulle prospettive che hanno un interesse genuino.

Un pubblico più fiducioso ha molte più probabilità di rispondere positivamente al marketing.

GDPR 2019

GDPR: Allineamento commerciale

Il GDPR ha migliorato l’allineamento nelle imprese. Laddove una volta esistevano importanti differenze tra Marketing e IT / Data, ora stiamo assistendo a una costruzione di relazioni e alla collaborazione per garantire la conformità. I team e i reparti di marketing si inseriscono sempre di più nella gestione dei dati, nell’approvvigionamento, nella conformità e nella concessione della licenza.

In molte aziende, questo allineamento ha comportato anche l’introduzione del DPO (Data Protection Officer), il faro della conformità dei dati e delle conoscenze legislative. Questo dimostra solo l’importanza che la nuova legge ha assunto nella gestione quotidiana delle imprese.

A prima vista, il GDPR è stato un cambiamento spaventoso. Ora i marketer, i reparti IT e i DPO sono in prima linea in uno spazio business sviluppato e basato sui dati. Vediamo come tutto questo continuerà a e volversi nel tempo.

 

Vuoi approfondire le tematiche di digital marketing?

Scopri il corso di Digital Marketing for Growth Hacker targato Musa Formazione.