Musa Formazione

, ,

TFA sostegno: tutto quello che devi sapere

PUBBLICATO IL: 28/01/2021 DA: Antonio Racanati
Il mestiere dell’insegnante è da sempre considerato una professione magnifica che gode di rispettabilità e prestigio. Per chiunque voglia intraprendere questo tipo di carriera professionale, però, molto spesso le strade da seguire possono sembrare confuse e tortuose. Questo vale anche per gli insegnanti di sostegno che devono ottenere, a seconda del ruolo desiderato, delle abilitazioni e dei titoli aggiuntivi. Chiariamo un po’ le idee a riguardo concentrandoci sull’abilitazione indispensabile per esercitare il ruolo di insegnate di sostegno: il TFA sostegno.

Cos'è e a cosa serve il TFA sostegno

Per intraprendere la carriera di Insegnante bisogna ottenere l’abilitazione. Imprescindibile, secondo il Decreto Ministeriale n. 249 del 10 settembre 2010, il possesso del titolo ottenuto a seguito della frequentazione del TFA.
  • Che cos’è il TFA? L’acronimo sta per Tirocinio Formativo Attivo e consiste in un periodo di formazione sia teorica che pratica;
  • A cosa serve il TFA? Ha lo scopo di introdurre il personale docente alla professione. È finalizzato all’ottenimento della qualifica professionale: al termine del corso, infatti, i partecipanti svolgono l’esame di abilitazione all’insegnamento.
Come dicevamo, anche nel caso degli Insegnanti di sostegno è necessario essere in possesso dell’abilitazione ottenuta tramite il TFA sostegno. Questi percorsi formativi vengono organizzati da Università accreditate e riconosciute dal Ministero dell’Istruzione sparse su tutto il territorio nazionale e prevedono una selezione. Per poter partecipare ai corsi per il TFA sostegno, infatti, bisogna possedere i seguenti requisiti:
  • Per la scuola dell’infanzia e primaria: laurea in Scienze della Formazione Primaria, oppure diploma magistrale o diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali oppure un titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.
  • Per la scuola secondaria di primo e secondo grado: abilitazione specifica sulla classe di concorso, oppure titolo di laurea e 24 CFU (Crediti Formativi Universitari) in discipline antropologiche, psicologiche, pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.

Frequentare il TFA

Coloro che supereranno le prove previste potranno frequentare il TFA. Durante il corso si dovranno ottenere 60 CFU (Crediti Formativi Universitari) in non meno di 8 mesi. È richiesta la frequenza obbligatoria: i partecipanti non potranno fare assenze per più del 20% delle lezioni per ogni insegnamento. Molti si chiedono: il TFA è compatibile con altri corsi universitari? Possiamo dire che nel regolamento d’iscrizione al TFA non c’è nessuna limitazione che impedisca l’iscrizione ad altri corsi universitari. Come si potrà immaginare, però, il tempo a disposizione da dedicare ad altri percorsi formativi è limitato. Sarà necessario inevitabilmente prediligere indirizzi che non richiedono la frequenza obbligatoria, almeno per il primo anno. Vuoi rimanere aggiornato con altri articoli relativi al settore della scuola e dell’insegnamento? Continua a seguire il nostro blog! Contattaci per avere informazioni sui corsi per il TFA sostegno e scopri il corso di acquisizione dei 24 CFU targato Musa Formazione. 24 CFU
Antonio Racanati

PARLANO DI NOI

crossmenu