Musa Formazione

,

I report di Google Analytics che ogni azienda dovrebbe monitorare

PUBBLICATO IL: 22/10/2018 DA: admin
Probabilmente hai sentito la frase "La conoscenza è potere". Bene, questo è particolarmente vero soprattutto quando si tratta del tuo sito web. Senza una conoscenza approfondita di ciò che sta accadendo sul tuo sito web, stai praticamente girando a vuoto. Non sai se e in che modo le persone stanno trovando il tuo sito e nemmeno cosa fanno una volta arrivate ​​lì. Non sai quali visitatori stanno comprando quali prodotti. In altre parole, non sei in grado di migliorare effettivamente le prestazioni del tuo sito web perché non sai cosa funziona e cosa no.analytics È qui che entra in gioco Google Analytics. Quando sai come usarlo, Google Analytics può darti davvero molte informazioni. Chi sono i tuoi utenti? Da dove vengono? Quali azioni intraprendono? Questo è il tipo di informazione di cui hai bisogno per prendere decisioni intelligenti al fine di far crescere i tuoi profitti e la tua attività. Ma per molte persone, soprattutto per i principianti, Google Analytics può sembrare confuso e complicato.Con questo post vogliamo fornirvi una guida per utilizzare Google Analytics al meglio. Ecco qui i tre report di Google Analytics che possono offrirti il massimo, in modo da ottenere informazioni preziose su ciò che le persone stanno facendo sul tuo sito, nel minor tempo e con il minor sforzo possibile. Quando avrai finito di leggere, saprai come utilizzare questi 3 report nel modo migliore, al fine di ottenere una rapida panoramica del rendimento generale del tuo sito web.

Google Analytics Report #1: Source/Medium Report

Si tratta di uno dei report più importanti. Permette di ottenere una panoramica completa delle performance del tuo sito web in base al traffico. Questa tabella mostra tutte le diverse sorgenti di traffico del tuo sito web, oltre ai dettagli sul rendimento di ciascuna fonte. Quindi permette di vedere: ·         L'identità di ciascuna fonte di traffico e il numero di utenti che ti stanno inviando·         Quanto sono coinvolti questi utenti sul tuo sito·         Quali sono i risultati finali di ognuna di quelle sorgenti di traffico che producono (misurate da acquisti e / o conversioni all'obiettivo)·         Possibili anomalie·         il quadro generale. Puoi vedere i risultati complessivi in ​​termini di vendite e entrate da ciascuna fonte di traffico

Rapporto di Google Analytics n. 2: rapporto sulle pagine di destinazione

Questo è il rapporto che si basa sulle pagine di destinazione. Per Google Analytics, una "pagina di destinazione" è la prima pagina che qualcuno vede quando visita il tuo sito web. Quando inizi a combinare le opinioni di questi diversi rapporti, è allora che inizi a intravedere la straordinaria potenza di Google Analytics. E ciò che è veramente interessante è che mostra quali pagine le persone stanno vedendo PRIMA. Quindi ti consente di confrontare il rendimento di quelle pagine per vedere quali pagine di destinazione stanno facendo il miglior lavoro nel coinvolgere i tuoi visitatori. Tutto ciò è veramente interessante e utile, è puoi scoprirlo tutto grazie a questo rapporto. Ma è quando inizi a combinare le opinioni di questi diversi rapporti, che inizi a intravedere la straordinaria potenza di Google Analytics.  Un'ultima cosa da tenere a mente: questo rapporto ti mostra i dati della sessione degli utenti. Per capire cosa significa, per prima cosa devi sapere che cosa intende Google Analytics con il termine "sessione". Una sessione è essenzialmente una "visita". Se visiti un sito web e lo esplori per qualche minuto, poi esci, hai concluso una sessione. Se torni il giorno dopo e lo esplori di nuovo, hai avviato un'altra sessione. E il rapporto Pagine di destinazione mostra ciò che accade durante l'intera sessione, NON solo ciò che accade sulla stessa pagina di destinazione.

Iniziare con un report Analytics alla volta

Google Analytics può essere davvero disorientante in un primo momento. C'è però qualcosa che puoi fare per minimizzare o addirittura evitare di sentirti sopraffatto: Inizia con una cosa alla volta. Parte del motivo per cui Google Analytics sembra così complesso riguarda proprio il fatto che le persone iniziano a fare circa una dozzina di report diversi contemporaneamente. Questa è una strada sicura verso la confusione, la frustrazione e la sopraffazione. Ma se ti concentri su un rapporto alla volta e solo sul senso di quello che significa, puoi iniziare subito a imparare informazioni utili. DOPO aver imparato il primo rapporto, puoi passare a un altro. Poi un altro e poi un altro ancora. La cosa interessante di Google Analytics è che ogni volta che impari come utilizzare un nuovo rapporto, capirai anche come utilizzare quella dimensione come "dimensione secondaria" per segmentare altri rapporti. Quindi non avere fretta. Non cercare di capirlo tutto in una volta. Inizia con uno dei report di questo post e dedica il tempo necessario a capirlo. Vuoi approfondire le tematiche di digital marketing? Scopri il corso di Digital Marketing for Growth Hacker targato Musa Formazione.
admin

PARLANO DI NOI

crossmenu