Musa Formazione

,

Growth hacking: 5 storie di successo

PUBBLICATO IL: 01/10/2018 DA: admin
Vi abbiamo appassionato con l'introduzione al mondo del growth hacking e volete saperne di più? Siete nel posto giusto! Con questo articolo vogliamo parlarvi delle storie di successo, da prendere come spunto per migliorarvi in questa professione. Se volete, prima di cominciare questa curiosa lettura, dare una ripassata al mondo del growth hacking, vi riproponiamo qui il nostro precedente articolo.

I migliori casi di growth hacking

1. Dropbox

Sicuramente vi ricorderete Di Sean Ellis, che è considerato il padre di questa disciplina. Ellis ha il merito di aver lanciato moltissime start up americane. Il suo obiettivo è sempre stato la crescita, intesa come modo di pensare. E questa dev'essere veloce. Per lui le start up non possono seguire modelli non più attuali, devono farsi guidare dal lato creativo. Con questo spirito ha guidato Dropbox al successo. L'dea del referral program è proprio sua. Un passaparola vincente che ha portato l'azienda ai massimi livelli!

2. PayPal

Chi non conosce o non ha mai utilizzato questo sistema di pagamento? Ormai non possiamo farne a meno; anche voi prima o poi avete avuto la necessità di scambiare denaro online e date questo servizio per scontato. Non vi siete mai chiesti però come abbia acquisito la sua autorità? Ebbene, i suoi creatori fecero una scelta vincente: stipularono un accordo con ebay per comparire al pari degli altri più noti sistemi di pagamento e in breve tempo ottennero risultati strabilianti. Inoltre, acquisirono clienti offrendo un bonus in denaro in cambio dell'utilizzo del servizio che gli permise in poco tempo di ottenere tantissimi clienti attirati dall'idea del risparmio!

3. Facebook

La strategia utilizzata dai growth hacker di quaesto social fu studiata a tavolino. L'idea era quella di crreare visibilità grazie al proprio marchio, così resero disponibili dei widget, condivisibili dagli utenti sui propri siti web, che utilizzarono per raccogliere gli indirizzi email.

4. BuzzFeed

Per quanto lo si nomini ovunque, è molto probabile che non sappiate di che cosa si tratta. Vi sarà più chiaro andando ad analizzare i suoi contenuti ovvero post di immagini, diffusissime in brevissimo tempo in tutto il mondo. Ma qual è il suo segreto? BuzzFeed nasce come un team di analisi con l'obiettivo di scoprire cosa spinge le persone a condividere un contenuto e come questo diventa in brevissimo tempo oggetto di interesse collettivo. La viralità è il suo punto forte!

5. Airbnb

Come ha fatto Airbnb a diventare la più famosa app per immobili in affitto? Attraverso un lungo ed estenuante processo con il quale i fondatori sono riusciti a contattare pian piano coloro che mettevano affitti sui vari siti web, su Craiglist in particolare, per proporgli questa condivisione. La perseveranza ha aiutato questi due giovani, che nel giro di poco tempo hanno creato un impero da far invidia ai più ricchi albergatori al mondo! Ti è piaciuto questo articolo? Speriamo di averti dato un po' di carica per muoverti nella direzione giusta nel tuo lavoro di growth hacking! Vuoi approfondire le tematiche di digital marketing? Scopri il corso di Digital Marketing for Growth Hacker targato Musa Formazione.
admin

PARLANO DI NOI

crossmenu