Musa Formazione

,

Data Protection Officer: a quanto ammonta lo stipendio?

PUBBLICATO IL: 16/03/2020 DA: Silvia Faenza
Una figura nuova, ben pagata, in rapida crescita e sopratutto necessaria. La professione del DPO, Data Protection Officer, è una figura che risulta essere sempre più richiesta. In entrambi i casi, questa figura è essenziale per riuscire a gestire la privacy di un'azienda ma sopratutto oggi è prevista anche dal nuovo GDPR, ossia dal Regolamento per la Privacy che ha imposto delle regole specifiche per tutta l'Europa e non solo per l'Italia. Lo scorso ottobre, l'Osservatorio della FederPrivacy prevedeva un fabbisogno pari a circa 45 mila persone responsabili dei dati d'assumere, con previsioni che sono divenute ottimali in tutta l'Italia e l'Europa. Nel 2018 e nel 2019 le assunzioni di questa figura sono aumentate, le aziende e le pubbliche amministrazioni infatti per legge hanno dovuto dotarsi di questa figura necessaria per la conservazione dei dati sia in modo fisico sia virtuale. Il regolamento che ha influito anche sul Codice della Privacy italiano ed entrato in vigore immediatamente dopo la pubblicazione del Regolamento GDPR, ha portato dunque non solo alla creazione di una nuova figura di lavoro ma alla necessità di un vero e proprio professionista.

Chi è il DPO e perché questa professione è molto richiesta?

DPO Dopo che il Regolamento per la Privacy nella sezione IV ha evocato la figura del DPO, il Data Protection Officer, come abbiamo visto è diventato un professionista essenziale per le aziende, le amministrazioni e coloro che devono assolvere a specifiche funzioni di: controllo, consultazione, supporto, informazione, formazione e applicazione del nuovo regolamento europeo della privacy. Secondo le statistiche effettuate dall'Osservatorio della Federprivacy del 2017 definiscono un quadro estremamente positivo per il Data Protection. Questo è stato infatti l'anno in cui si sono viste più assunzioni. Ma nel corso degli anni, però, sono diventate sempre di più le aziende e amministrazioni che avevano bisogno di questa figura. Ma quanto può guadagnare un DPO? Scopriamolo insieme.

Quanto guadagna un Data Protection Officer?

Banner Aritolo Blog Privacy Un Data Protection Officer è un professionista che come abbiamo visto ha il compito di fornire consulenza in vari settori aziendali. Questo professionista si occupa d'implementare le modifiche e di effettuare tutto ciò di cui c'è bisogno per gestire al meglio i dati personali che vengono acquisiti dalle aziende o dagli enti pubblici. Inoltre, il DPO si occupa anche di mappare e di raccogliere le informazioni sul trattamento dei dati all'interno dell'organizzazione dell'azienda come i flussi di dati personali e gli strumenti che vengono utilizzati per la gestione e l'archiviazione dei dati in collaborazione con il Security Department IT anche per realizzare il Data Protection Impact Assessment.  Date le sue competenze, esperienze e tutte le cose a cui deve far fronte, il Data Protection Officer secondo i dati illustrati da Neuvoo può guadagnare sino a 70 mila euro all'anno. Uno stipendio molto più alto rispetto a quelli della media per un impiegato in Italia con 16 mila euro. I compensi per questa posizione laureati in materie come Ingegneria Gestionale, Economia Aziendale e Giurisprudenza e che hanno seguito un corso specifico da Data Protection Officer possono ambire a guadagni, all'interno di multinazionali private, che vanno dai 49 mila euro sino ai 98 mila euro. Naturalmente, il professionista deve avere uno spiccato interesse nel campo della data protection e della gestione della privacy, con un'esperienza pluriennale nella redazione di contratti outsourcing e di privacy policies, nell'implementazione di sistemi di controllo, mitigazione dei rischi, analisi dei processi IT, nella gestione dei dati personali, il DPO deve avere anche competenze informatiche, analisi dei processi e risk management. Date tutte le competenze necessarie per fare questo lavoro i compensi in Italia e in Europa sono medio alti.  Sei interessato a scoprire le evoluzioni nel campo della privacy? Continua a seguire il nostro blog! Se invece vuoi diventare un professionista nel campo della privacy: scopri il corso in Privacy Specialist DPO di Musa Formazione. 
Silvia Faenza

PARLANO DI NOI

crossmenu