Musa Formazione

,

Università telematica: la nuova frontiera dell’apprendimento

PUBBLICATO IL: 14/12/2018 DA: admin
Negli ultimi anni il settore della formazione scolastica e universitaria vede un numero sempre maggiore di ragazzi che decidono di iscriversi ad un’università telematica, vale a dire ad un percorso accademico online che prevede un metodo di insegnamento basato principalmente sull’e-learning, cioè sull’apprendimento telematico. Nel nostro Paese, sono ben 11 le università telematiche riconosciute dal MIUR (il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca), che emettono titoli di studio legalmente riconosciuti al pari delle università tradizionali. Ciascun ente presenta delle diverse peculiarità e dei corsi di laurea differenti, ma tutti hanno un semplice elemento che li accomuna, ovvero quello relativo al poter studiare direttamente online 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 senza dover affrontare aule affollate, file interminabili agli sportelli per pagare le tasse o attese estenuanti per parlare con i professori. Le università telematiche sono sbocciate con l’intento di allargare e garantire il diritto allo studio anche a quelle persone con poco tempo a disposizione che hanno, comunque, necessità e desiderio di ottenere una laurea, senza dover dipendere dalle strutture accademiche e potendo organizzare lo studio nei tempi e nei modi più congeniali.

I vantaggi dell’università telematica

  • MATERIALE ONLINE: ciascuna università telematica dispone di una piattaforma digitale, all’interno della quale è possibile trovare tutto il materiale utile allo studio come: dispense, slide, video lezioni e aule virtuali. La piattaforma è sempre accessibile 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana.
  • FLESSIBILITÀ E RISPARMIO:gli atenei online consentono di ridurre al minimo gli spostamenti, poiché lo studente è obbligato a recarsi in sede solo per sostenere gli esami. In tal modo chi lavora può seguire le lezioni nella pausa pranzo o alla sera, collegandosi con qualsiasi dispositivo a disposizione. Ciò costituisce un vantaggio anche a livello economico, in quanto vengono eliminate le spese riguardanti affitto e viaggio.
  • NO AI TEST D’INGRESSO: le iscrizioni ai corsi sono sempre aperte e perciò gli studenti sono liberi d’iscriversi in qualunque momento dell’anno senza alcun vincolo e costo aggiuntivo.
  • RICONOSCIMENTO CREDITI: se si possiede una carriera universitaria pregressa è possibile richiedere un riconoscimento crediti, così da non perdere gli esami conseguiti in passato. Questa possibilità è valida anche per chi non ha mai conseguito esami, poiché la normativa vigente permette di ottenere un riconoscimento di massimo 12 CFU per le esperienze lavorative pregresse.
  • TUTOR: le università telematiche mettono a disposizione un singolo tutor che supporta lo studente in tutto il suo percorso formativo, guidandolo anche nelle fasi amministrative e burocratiche.

Dove conviene? Ateneo online o tradizionale?

Partendo dal presupposto che un corso di studi universitario, sia telematico che tradizionale, comporta un investimento economico sostanzioso, i costi per un corso di laurea online vanno mediamente dai 1.800 ai 3.500 euro annuali. A questa quota bisogna aggiungere le spese di segreteria, che sono all’incirca 130 euro e in alcuni casi ulteriori costi per determinati servizi aggiuntivi, quali: il trasferimento da un’altra università, il riconoscimento degli esami sostenuti presso un altro ateneo (italiano o straniero) e l’eventuale passaggio da un vecchio ad un nuovo ordinamento accademico. D’altro canto, ad incidere maggiormente sui costi per studiare in una università tradizionale sono le spese di affitto e delle utenze annesse come acqua e gas, ovviamente in caso si scelga una sede universitaria lontana dalla propria città d’origine. Allo stesso tempo bisogna considerare il denaro utilizzato per soddisfare il primordiale bisogno di mangiare ed altri costi variabili legati agli spostamenti con i mezzi pubblici e all’acquisto del materiale didattico per studiare. In ultimo, ma non certo per importanza, bisogna aggiungere i costi della retta annuale, variabile a seconda del reddito, che parte un minimo di 400 euro fino ad un massimo di 3.000. A fronte di questi elementi la scelta di studiare fuori sede presso una università tradizionale comporta una spesa che oscilla dai 700 ai 1.000 euro al mese. I costi per studiare online, invece, sono fondamentalmente ridotti a tre voci, relativi alla retta annuale, alla tassa regionale di 140 euro e agli spostamenti per sostenere gli esami. Conti alla mano, l’università telematica ha dei costi mensili che variano da un minimo di 200 euro circa a un massimo di 350 euro circa e che quindi comportano un notevole e sostanzioso risparmio rispetto ai tipici atenei. In chiave prettamente economica non c’è nient’altro da aggiungere a dimostrazione della convenienza nel frequentare un percorso accademico online.

Gli strumenti dell’online learning

Mentre in passato gli studenti a distanza erano una nicchia, ora si può parlare di una formazione a distanza di massa, basata su una didattica che presenta delle alternative tecnologiche rispetto a quella tradizionale. La gamification è una di queste prospettive che consiste nel trasformare il processo di apprendimento in una sorta di gioco con l’inserimento di elementi competitivi e di piccole ricompense come dei badge. L’utilizzo di tecnologie relativamente nuove come smartphone e tablet è una delle possibilità più rivoluzionarie offerte dall’e-learning, che sta accrescendo il proprio bacino di utenza grazie al mobile che è appunto lo strumento dominante per l’offerta di materiale didattico. Attraverso applicazioni dedicate e interoperabili è possibile studiare anche durante i tempi morti oppure ricevere informazioni didattiche contestualizzate tramite la geolocalizzazione, in piena continuità e flessibilità di apprendimento e senza avere nessun problema di tracciabilità. L’e-learning, in sostanza, consente di ottimizzare i tempi e i modi della didattica grazie all’integrazione di tecnologie e servizi personalizzati per gli studenti, ottimizzando il anche il ROI aziendale mediante un miglior rapporto tra i costi e i benefici di un progetto. Questi principi di apprendimento telematico sono centrali nell’attività di Musa Formazione e nella sua offerta, ricca di collaborazioni con due università telematiche quali la Pegaso e la Mercatorum; partnership nate con l’idea di tramutare il processo di apprendimento in una esperienza a 360 gradi che esce dal semplice piano della didattica e permette allo studente di essere costantemente in contatto con i suoi colleghi o con i docenti e di condividere contenuti ed esperienze. Qual è la tua opinione a riguardo? Hai ancora qualche reticenza nei confronti delle università telematiche o credi in questa rivoluzione dell’insegnamento accademico? Conosci qualcuno che è iscritto a corsi di laurea a distanza? Dicci la tua nello spazio sottostante e rimani connesso per il prossimo articolo. Scopri i corsi online targati Musa Formazione!
admin

PARLANO DI NOI

crossmenu