Quattro nuovi bandi per i concorsi scuola del 2020

Scuola

Dopo il suo insediamento al Ministero dell’Istruzione, la ministra Azzolina ha indetto quattro nuovi bandi di concorso che saranno pubblicati nel 2020. Questi riguarderanno un concorso per la scuola dell’infanzia e la primaria, un concorso straordinario per la scuola secondaria, un concorso ordinario per la scuola secondaria e un altro, infine, per l’insegnamento della religione cattolica.

Nel corso del primo trimestre del 2020, infine, sarà avviato anche il nuovo ciclo del TFA sostegno.

Tutti i nuovi concorsi scuola 2020 saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale e il primo dovrebbe essere il concorso straordinario docenti.

Il concorso per la scuola dell’infanzia e la primaria

Questo concorso è disciplinato dal Decreto Ministeriale n. 327 del 9-4-2019.

I titoli per partecipare sono i seguenti:

  • la laurea in Scienze della formazione primaria (titolo abilitante all’insegnamento –  art. 6, Legge 169/2008);

OPPURE

  • il diploma Magistrale o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico o Diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002 (DM 10 marzo 1997).

Il concorso ordinario per la scuola secondaria

Secondo il Decreto Legge n. 59 del 2017 potranno accedere a questo concorso coloro che sono in possesso di:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso;

OPPURE

  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;

OPPURE

  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione.

Il concorso straordinario per la scuola secondaria

Secondo il Decreto Legge numero 126 del 2019 convertito nella legge 159 del 2019, possono partecipare a questo concorso coloro che hanno svolto tre annualità di servizio anche non consecutive tra l’anno scolastico 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20 su posto comune o di sostegno. Tuttavia, almeno un anno di servizio deve essere stato svolto per la classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre.

Sono ammessi a partecipare alla procedura i docenti che hanno gli stessi requisiti (tre annualità, di cui uno specifico) ma con servizio svolto presso le scuole paritarie. Questi partecipano alla procedura esclusivamente per conseguire l’abilitazione.

Il concorso per l’insegnamento della religione cattolica

Nell’anno 2020, previa intesa con il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, dovrà essere bandito un concorso per la copertura dei posti per l’insegnamento della religione cattolica che si prevede siano vacanti e disponibili negli anni scolastici che vanno dal 2020/2021 al 2022/2023.

Tuttavia, si prevede che una quota comunque non superiore al 50% dei posti possa essere riservata al personale docente di religione cattolica, in possesso del riconoscimento di idoneità rilasciato dall’ordinario diocesano, che abbia svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, nelle scuole del sistema nazionale di istruzione.

I posti su sostegno

Infine, per i posti di sostegno, in tutti e quattro i concorsi, è sempre necessario essere in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno per il grado specifico (TFA sostegno).

24 CFU

Per rimanere aggiornato sui concorso legati al mondo della scuola, dell’insegnamento e del personale ATA, continua a seguire il nostro blog e visita il sito Musa Formazione per scoprire il corso di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione e il percorso di acquisizione dei 24 CFU.

Al prossimo articolo!

2 pensieri su “Quattro nuovi bandi per i concorsi scuola del 2020

    • Antonio Racanati dice:

      Ciao Eugenia,

      al momento la data di uscita del concorso non è stata ancora pubblicata.
      Ti invitiamo a consultare il sito della Gazzetta Ufficiale per rimanere aggiornata ed avere maggiori informazioni a riguardo.

      Se desideri ulteriori informazioni non esitare a ricontattarci.

      Buon proseguimento di giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *