Musa Formazione

, ,

Il lavoro e la formazione dell’esperto di sicurezza informatica

PUBBLICATO IL: 16/04/2019 DA: Antonio Racanati
Quando si parla di sicurezza informatica ci si riferisce alla protezione di software e hardware da possibili attacchi hacker che possono implicare la divulgazione o la distruzione di specifici dati. La sicurezza informatica è perciò un particolare tipo di cyber security, ossia quella che dipende e riguarda gli strumenti informatici. Con essa si identificano tutte le tecnologie, le tecniche e le attività che mirano ad assicurare la tutela dei sistemi informatici a livello di disponibilità, confidenzialità e integrità dei dati. All’interno di questo ambito è centrale la figura dell’esperto di sicurezza informatica che è addetto a numerosi compiti ed è attualmente considerato indispensabile in qualsiasi contesto aziendale a causa della progressiva digitalizzazione delle operazioni e delle informazioni. Difatti, l’evoluzione della tecnologia ha generato una serie di problematiche legate, in primis, allo spionaggio elettronico che costituisce una seria minaccia per le imprese che di conseguenza percepiscono l’urgenza di difendersi assumendo specialisti con competenze precise. La professione dell’esperto di sicurezza informatica non si può quindi inquadrare in un’unica definizione, in quanto la cyber security è un campo molto esteso che abbraccia numerose figure distinte tra loro come l’amministratore di dati o l’architetto delle informazioni. A questi ruoli più tecnici si affiancano specialisti che reagiscono alla criminalità informatica con competenze diverse, come quelle a livello legale o a livello psicologico, per comprendere meglio l’avversario e combatterlo. In generale, la difesa dagli attacchi è sicuramente l’attività principale, volta alla salvaguardia dei dati sensibili aziendali. Pertanto, tra le sue mansioni, il Cyber Security Manager si occupa della progettazione di piani e di strategie di prevenzione nei confronti di eventuali attacchi hacker. Tuttavia, quando la prevenzione risulta insufficiente, lo specialista interviene sui software infettati e sulle reti interne violate, occupandosi di numerosi altri compiti come:
  • l’aggiornamento costante;
  • l’individuazione e la risoluzione dei bug di sistema;
  • la creazione di antivirus efficaci;
  • la verifica dei sistemi e del funzionamento dei software tramite test.

Come diventare uno specialista di cyber security

Per diventare un esperto di sicurezza informatica non bisogna innanzitutto dimenticare che gran parte dell’esperienza si costruisce sul campo. Le competenze sono indispensabili ma la formazione si acquisisce più spesso e con più efficacia attraverso esperienze dirette, passione personale e corsi di perfezionamento. D’altro canto, a livello accademico, è possibile intraprendere due strade: una laurea triennale in informatica e successivamente una specializzazione in Security Manager, oppure un master in cyber sicurezza che offre una preparazione a 360 gradi non solo teorica ma anche pratica, grazie ai brief organizzati durante il percorso di studi e al tirocinio in azienda. Infatti, durante i corsi di formazione gli studenti apprendono le principali nozioni legate alla cyber security e, in seguito a una serie di esperienze pratiche, sostengono l’esame finale con una qualifica professionale riconosciuta dal MIUR da spendere immediatamente nel mondo del lavoro. library-la-trobe-study-students-159775 Sono fortemente da evitare i corsi improvvisati che purtroppo sono all’ordine del giorno e vengono sponsorizzati soprattutto tramite i social.
  • La maggior parte delle migliori università dove ottenere una laurea in informatica sono presenti, purtroppo, negli Stati Uniti. Al primo posto si piazza il Massachusetts Institute of Technology (MIT),ateneo leader quando si parla di tecnologia, ricerca e scienza, con sede a Boston. Fondato nel 1861, il MIT vanta numerosi premi Nobel e può contare sui laboratori più avanzati al mondo nel campo dell’intelligenza artificiale e dell'informatica, appunto.
  • Oxford, nel Regno Unito, è invece il primo a conquistare il podio tra gli atenei europei più qualificati in materia di informatica, piazzandosi in terza posizione dopo le università americane. Seguono Cambridge e l’ETH di Zurigo.
  • In Italia, in vetta alla classifica si trova il Politecnico di Milano, leader anche per l’ingegneria, patrocina i corsi di formazione universitaria, post universitaria e professionali. Un’ottima università, dunque, che prepara gli studenti ad accogliere le sfide del futuro e l’innovazione tecnologica, potendo contare inoltre su un ottimo dato che riguarda l’occupazione dei laureati.

Lo stipendio di un Cyber Security Manager

Tra le varie opportunità, un professionista di sicurezza informatica può lavorare come freelance e offrire la propria consulenza da professionista esterno, oppure intraprendere una carriera come dipendente. In questo caso la richiesta arriva spesso da multinazionali o da imprese medio-grandi che posseggono database e sistemi informatici ad alto rischio di attacco hacker. Ma è anche possibile che le offerte giungano da aziende più piccole comunque interessate ad attività di sicurezza informatica come banche, assicurazioni, e-commerce e società di telecomunicazioni. Questa molteplice richiesta deriva soprattutto dall’obbligo per cui tutte le tipologie di imprese – a partire dallo scorso maggio 2018 – sono state chiamate a tutelare la propria attività da eventuali rischi di violazione. Per quanto riguarda i guadagni, questo settore risulta abbastanza florido: infatti in America un responsabile della sicurezza informatica può percepire mediamente uno stipendio intorno agli 80 mila euro l’anno, ma può arrivare anche a 100 mila euro se lavora in aziende internazionali. Tuttavia, in Italia la cifra si dimezza e scende a circa 40 mila euro annui, che vengono comunque considerati una retribuzione eccezionale. Ciò nonostante, questa disparità coi colleghi oltreoceano andrebbe colmata e costituisce una delle più importanti sfide per le imprese del Belpaese, le quali devono cercare di trattenere i numerosi talenti nostrani attratti dalle ben più rosee prospettive presenti all’estero. pexels-photo-684387 Come abbiamo visto la nostra vita è sempre più pervasa dall’internet delle cose e per queste ragioni le minacce sono tantissime e potenzialmente sempre più pericolose. È dunque utile e necessario investire le proprie risorse e il proprio futuro sulle opportunità offerte dall’illimitato mercato della sicurezza informatica. Vai sul nostro sito https://www.musaformazione.it/ e scopri i numerosi corsi offerti da Musa Formazione, per acquisire competenze e certificazioni necessarie a lavorare nel settore della cyber security. Nel frattempo, resta connesso con il nostro blog di Ethical Hacking in attesa del prossimo articolo!   Vuoi approfondire le tematiche di sicurezza informatica e di Ethical Hacking? Scopri il corso di Ethical Hacker & Security Manager targato Musa Formazione.
Antonio Racanati

PARLANO DI NOI

crossmenu