Il decalogo per migliorare la memoria nello studio

MEMORIA E STUDIO

Per gli studenti la memoria è fondamentale per poter ottimizzare il tempo di studio ed ottenere i massimi risultati. Migliorarla, quindi, significa implementare il processo di recupero e di conservazione delle informazioni.

In questo articolo abbiamo selezionato dieci strategie ideali per migliorare la memoria e di conseguenza anche lo studio. Vediamo insieme quali sono.

1) Pianificare sessioni di studio regolari

Non si tratta di imparare la disciplina, ma di aiutare la mente ad elaborare l’informazione in maniera adeguata. È stato dimostrato che gli studenti che studiano regolarmente ricordano molto di più il materiale di studio rispetto a quelli che portano a termine maratone di studio dell’ultimo minuto.

Di conseguenza è bene organizzare il proprio tempo ed evitare di terminare di studiare in extremis.

2) Schematizzare le informazioni

Numerose ricerche hanno dimostrato che i concetti si organizzano nella memoria in gruppi relazionati tra loro. Di conseguenza, schematizzando ed organizzando il materiale di studio, raggruppando le nozioni o facendo riassunti aiutandosi con gli appunti, sarà più facile elaborare le nozioni e migliorare lo studio.

Semplificare, schematizzare, analizzare e realizzare mappe concettuali è quindi basilare per studiare al meglio, considerate anche  i numerosi strumenti e tecnologie a disposizione per rendere più semplice e divertente lo studio.

3) Legare i concetti nuovi a quelli pregressi

Quando si deve studiare del materiale nuovo, è necessario pensare innanzitutto a come collegarlo a quello che già si conosce.

Stabilendo delle relazioni tra le nuove idee e i ricordi già esistenti, si riesce a ricordare le nuove informazioni in maniera davvero ottimale e ad attribuire loro maggiore significato e senso compiuto.

4) Focalizzare l’attenzione

L’attenzione è uno dei principali componenti della memoria. Affinché il concetto possa passare dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine, è necessario focalizzare l’attenzione su di essa.

Nel momento in cui si deve studiare o cercare di memorizzare qualcosa, è dunque importante scegliere un ambiente senza distrazioni che permetta di concentrarsi e di attivare la modalità “monotasking”.

5) Rivolgere l’attenzione alle cose più difficili

L’ordine delle informazioni può giocare un ruolo importante nella memorizzazione. Una tecnica interessante consiste nel ristrutturare le nozioni, iniziando da ciò che è più semplice da ricordare e dedicando un po’ più di tempo a quello che risulta più complesso.

Spezzare i concetti e trasformarli in qualcosa di più facile da assimilare risulta sempre davvero molto utile nello studio.

6) Utilizzare tecniche mnemoniche

Queste sono delle strategie impiegate per ricordare le nozioni e solitamente sono personali poiché variano da persona a persona.

Funzionano come una chiave di accesso che permette di associare una cosa concorde a quello che si deve ricordare. Alcune tecniche consistono nel formare una parola utilizzando le iniziali delle prime parole di una lista per ricordare tutti i punti, altre nel memorizzare una serie di immagini o vignette divertenti, altre ancora nell’utilizzare una canzone.

7) Visualizzare i concetti

La visualizzazione è una delle tecniche più utilizzate e che garantisce risultati migliori. In questo caso, è importante focalizzare l’attenzione sulle immagini (foto, schemi, grafici), utilizzare colori e simboli, elaborare mappe concettuali, disegni personali, ecc.. Qualsiasi cosa riesca ad evocare il ricordo è valida.

Allo stesso modo, abbellire gli appunti aiuterà a visualizzare meglio l’informazione e ad avere del materiale di studio più allegro e positivo.

8) Variare le abitudini di studio

Introdurre delle novità nella routine di studio aiuta a spezzare la monotonia e ad aumentare l’efficacia degli sforzi che vengono fatti, oltre che a facilitare il recupero delle informazioni.

In questo caso, è sufficiente cambiare l’ambiente di studio o apportare qualsiasi altra novità creativa che sembri interessante. Non è necessario apportare delle trasformazione radicali ma si tratta solo trovare di tanto in tanto delle alternative.

9) Studiare progressivamente

Per ricordare l’informazione, è necessario codificare il contenuto di studio nella memoria a lungo termine.

In questo caso, una tecnica molto efficace consiste nell’approfondire progressivamente un concetto iniziando dalla definizione di un termine chiave, studiando poi questo termine e infine proseguendo con una definizione più approfondita. Ripetere questo procedimento diverse volte favorisce il processo di memorizzazione.

È sempre bene semplificare e aggiungere a poco a poco nuovi concetti, in modo da non cercare di memorizzare tutto in un colpo.

10) Raccontare ciò che si è imparato

Leggere a voce alta l’informazione migliora significativamente il processo di memorizzazione. Gli educatori e gli psicologi hanno scoperto che quando gli studenti insegnano nuovi concetti ai loro compagni migliorano anche la stessa comprensione e il ricordo che hanno delle stesse nozioni.

Per approfittare dei vantaggi di questa tecnica, è consigliabile studiare con un compagno o chiedere ad un familiare o ad un amico di essere ascoltati. In caso contrario, è sempre possibile immaginare di parlare con qualcuno o con qualcosa che faccia sentire ciascuno studente a proprio agio.

 

Per altri articoli relativi allo studio e all’ambito e-learning continua a seguire il nostro blog e  scopri i corsi online targati Musa Formazione!