Musa Formazione

, ,

Consigli fondamentali per la vita digitale durante il Coronavirus

PUBBLICATO IL: 17/04/2020 DA: Antonio Racanati
Il domicilio forzato causato dal Coronavirus è davvero un terreno fertile per i cyber criminali che vedono in questa situazione un’infinità di modi per raggirare gli utenti del web. In altri articoli, abbiamo già considerato degli esempi di malware legati al COVID-19 che cercano di sfruttare il virus, nascondendo file dannosi in documenti che apparentemente sembrano riferirsi alla malattia. Tuttavia, ci sono tante altre occasioni che mettono a repentaglio la vita online di ciascuno di noi.

Fake news

Le notizie false non sono una novità, in quanto hanno sempre influito negativamente sugli eventi significativi della storia, soprattutto durante le crisi globali. Il loro impatto è davvero devastante e per questo è molto importante prestare attenzione alla fonte e alla validità delle informazioni, prima di condividerle sui social network o nella vita reale. Ad esempio, in questo periodo circolano insistentemente dei pessimi consigli di salute sui farmaci antinfiammatori. Tale diffusione di notizie false non fa altro che rallentare e complicare gli sforzi fatti per divulgare informazioni e consigli utili ed essenziali. Per questo motivo, raccomandiamo agli utenti di fare molta attenzione nel verificare le informazioni che usano e che condividono per evitare di aggravare il problema. È bene quindi:
  • affidarsi solamente a siti di notizie riconosciuti e di una certa reputazione;
  • cercare di verificare le informazioni trasmesse con il passaparola, comprese le applicazioni di messaggistica e i social network;
  • non condividere le informazioni non verificabili, essendo responsabili delle notizie che vengono diffuse.

Shopping online

Lo shopping online, soprattutto per il cibo e l’intrattenimento, è in incredibile aumento e di conseguenza anche i possibili agguati dei cyber criminali. Il picco dello shopping coincide con quello dei malware e degli attacchi di phishing legati agli acquisti, perché proprio in questa situazione i criminali online colgono l’occasione per adescare le persone con offerte del tutto esagerate. Pertanto, ciascun consumatore deve essere molto vigile sia durante gli acquisti, sia mentre vengono aperte le e-mail dei rivenditori. Ecco una lista di consigli da seguire.
  • Diffidate degli affari che sembrano troppo belli per essere veri, di solito sono delle truffe.
  • Digitate l’URL nel vostro browser per controllare l’offerta sul sito web, invece di cliccare sui link nelle e-mail.
  • Verificate la presenza dell’icona del lucchetto/HTTPS nella barra degli indirizzi al momento del pagamento.
  • Utilizzate una carta di credito piuttosto che una carta di debito per una maggiore protezione nei pagamenti.
  • Evitate di salvare i dati della vostra carta su un sito.
  • Proteggete i dispositivi utilizzati per lo shoppinge assicuratevi di installare patch e aggiornamenti il prima possibile.
  • Utilizzate una password unica e complessa per ogni vostro account online.

Streaming

In questi tempi di quarantena lo streaming online ha raggiunto i più alti livelli di sempre, al punto che alcune delle principali aziende sono state costrette ad abbassare la qualità dei contenuti per minimizzare i rallentamenti. Di conseguenza in molti cercano ininterrottamente alternative per accedere ai contenuti online allontanandosi dai servizi di streaming protetti e facendo quindi il gioco di molti criminali informatici. In questo caso è bene avere pazienza attenendosi a siti di fiducia e seguendo questi suggerimenti per uno streaming online sicuro.
  • Utilizzate servizi per i quali è possibile sottoscrivere un abbonamento.
  • Controllate il formato dell’URL e l’ortografia del nome dell’azienda prima di scaricare qualsiasi cosa.
  • Prestate attenzione all’estensione del file I file video non devono mai terminare con .exe.
  • Fate molta attenzione all’utilizzo dei torrent, prestando attenzione ai commenti sui file scaricabili che possono essere non correlati al contenuto reale e quindi far presagire la presenza di malware.
  • Proteggete i dispositiviche utilizzate per lo streaming e assicuratevi di eseguire gli aggiornamenti del sistema operativo e delle applicazioni.
  • Evitate i link che promettono la visualizzazione anticipata dei contenuti e in caso di dubbi sulla loro autenticità consultate il fornitore dei servizi di intrattenimento.
Continua a seguire il blog targato Musa Formazione per altri articoli sulla sicurezza informatica e diventa un professionista con il corso di Ethical Hacker & Security Manager. Al prossimo appuntamento! Ethical Hacker & Security Manager
Antonio Racanati

PARLANO DI NOI

crossmenu