Musa Formazione

,

Come diventare insegnante di sostegno nella scuola pubblica?

PUBBLICATO IL: 25/05/2020 DA: Silvia Faenza
L'insegnante di sostegno è il docente che è in possesso d'una specializzazione per l'attività di sostegno. Questi insegnanti si occupano delle classi in cui si trovano uno o più alunni affetti da disabilità. Il suo compito principale, oltre a sostenerli nello studio, e promuovere l'integrazione dei bambini al loro interno. La normativa per il reclutamento dell'insegnante di sostegno è cambiata diverse volte nel corso del tempo. Al momento è in vigore il Decreto Legislativo 249/2010 che ha stabilito il conseguimento di una specializzazione di laurea per svolgere l'attività di sostegno, che si consegue mediante dei percorsi di specializzazione che vengono attivati dall'Università. 

Come diventare insegnanti di sostegno

Secondo il DM del 30 settembre del 2011, che detta i criteri e anche le modalità di svolgimento dei vari percorsi, se si desidera diventare docenti di sostegno di ruolo è necessario:
  • Conseguire una laurea in scienze dell'infanzia primaria o pedagogia 
  • Per la scuola secondaria: una laurea magistrale che permette di concorrere all'acquisizione dei 24 CFU
  • Conseguire il titolo d'accesso al concorso scuola e all'insegnamento con i 24 CFU
  • Conseguire la specializzazione per l'attività di sostegno nelle scuole i TFA per il sostegno scolastico 
  • Superare il concorso

Come accedere ai corsi di specializzazione per l'attività di sostegno?

Come si può accedere ai corsi per specializzarsi nell'attività di sostegno partecipando ai TFA? I percorsi per la specializzazione sono corsi che si possono attivare all'interno degli atenei presenti sul suolo italiano. Per accedere al corso annuale di specializzazione per il sostegno è necessario superare prima delle prove che di solito sono predisposte dalle Università in cui si effettua il percorso di sostegno. In genere si deve sostenere:
  • Un test preliminare
  • Una prova scritta
  • La prova orale
Dopo il corso si segue il test preliminare che è costituito da sessanta quesiti formulati con varie opzioni di risposta, tra le quali il candidato ne deve individuare solo una. La prova preliminare prevede 20 quesiti per verificare le competenze della lingua e dei testi in italiano. Per accedere alle prove successive un numero di candidati pari al doppio dei posti che sono disponibili nella sede degli accessi. Le prove d'accesso per la scuola di specializzazione verifica il possesso di specifici requisiti quali:
  • Competente socio-psico-pedagogiche
  • Didattiche diversificate
  • Competente dell'intelligenza emotiva
  • Competenze su pensiero divergente e creatività
  • Competenze organizzative
  • Organizzazione scolastica
  • Aspetti giuridici che concernono l'autonomia scolastica
Dopo aver concluso il corso dei TFA si deve effettuare un esame finale. In questo modo si potrà ottenere successivamente l'abilitazione per iniziare a fare le supplenze.

Come diventare insegnanti di sostegno per la scuola

24 CFU Per diventare insegnanti di sostegno nella scuola è necessaria oltre alla specializzazione e ai 24 crediti per l'abilitazione all'insegnamento, anche sostenere delle prove per accedere al posto di ruolo. Le prove vengono organizzate con il concorso scuola.  Quest'anno nel 2020 sia per la scuola primaria sia per la scuola secondaria è possibile diventare insegnanti di sostegno partecipando al Concorso straordinario per la scuola. Una volta iscritti è necessario fare degli esami e superarli per riuscire ad accedere alle graduatorie. Le prove da sostenere per accedere al posto di ruolo come docente di sostegno sono diverse a seconda che si tratti della scuola secondaria o primaria. Per quanto riguarda la scuola primaria bisogna sostenere:
  • La prova preselettiva basata sul computer 
  • Accertamento delle capacità logiche
  • Conoscenza della normativa Scuola 
  • Comprensione del testo
La prima prova è uno scritto dedicato appositamente a chi si iscrive al concorso per i posti di sostegno, e prevede tre quesiti: 2 domande aperte dedicate alla metodologia didattica e una domanda dovuta alla valutazione delle conoscenze, delle procedure dedicate all'inclusione scolastica degli alunni disabili. Un quesito con 8 domande a risposta chiusa per certificare l'inglese livello B2 e il QCER.  Infine, si deve sostenere la prova orale, durante la quale viene richiesta la progettazione dell'attività didattica.
  • Se si partecipa alla scuola secondaria di I e di II grado, la disciplina prevede che i candidati ai posti di sostegno facciano:
  • Una prova scritta che prevede la valutazione del grado delle competenze e conoscenze del candidato in campo pedagogico e didattico
  • Una prova orale durante la quale si sostiene un colloquio per verificare e valutare il grado delle conoscenze del candidato anche del PC, delle tecnologie di comunicazione della lingua straniera.
Se si supera il concorso si potrà accedere al ruolo se si arriva nei primi posti della graduatoria, oppure sarà possibile entrare in graduatoria e venire contattati al momento del bisogno. Vuoi restare informato sulle novità inerenti la scuola? Continua a seguire il nostro blog! Vuoi partecipare al concorso? O diventare insegnante di sostegno? Segui il corso 24 CFU di Musa Formazione
Silvia Faenza

PARLANO DI NOI

crossmenu