ATA e dirigenti scolastici: gli ultimi aggiornamenti contro il Coronavirus

Aggiornamenti Coronavirus

L’ultima nota del MIUR (la n. 399 del 18 marzo 2020) adeguandosi alle nuove disposizioni governative contro il Coronavirus espresse nel decreto “Cura Italia”, fornisce istruzioni aggiornate per la scuola, il personale ATA e i dirigenti scolastici che si trovano in servizio.

Vediamo insieme quali sono.

Disponibilità solo per le attività indifferibili

Di base, le scuole restano aperte, ma solo “virtualmente” tramite le modalità di didattica a distanza, a meno che non vi siano attività indifferibili.

Difatti, il Ministro dell’Istruzione Azzolina ha concretamente chiarito che i collaboratori scolastici che prima dell’emergenza si occupavano della vigilanza degli studenti o della pulizia delle scuole, non devono più prestare servizio fino a nuovo ordine.

Il Ministro ha preso in considerazione anche altri ruoli specificando che:

  • gli assistenti tecnici dovranno restare a casa e lavorare per supportare la didattica a distanza;
  • gli assistenti amministrativi dovranno lavorare da casa in modo che l’attività dell’amministrazione scolastica possa proseguire.

In questo contesto è stato precisato che un ruolo decisionale fondamentale sia attribuito a ciascun Dirigente Scolastico, ma di base la Azzolina ha ripetutamente sottolineato che tutto ciò che potrà essere fatto a distanza sarà fatto a distanza, eccetto le già nominate attività indifferibili.

Queste possono riguardare, ad esempio, gli istituti agrari che al loro interno presentano animali che necessitano di cure da parte del personale addetto, oppure le richieste di un genitore che necessita di un determinato libro. In tal caso ciascun collaboratore stabilirà con il genitore un appuntamento per recuperarlo e consegnarlo.

Modalità lavorative

La nota MIUR ha espresso indicazioni anche riguardo le modalità lavorative basate sul nuovo decreto.

  • Per gli ATA, fino alla cessazione dello stato di emergenza da Coronavirus, il lavoro agile è considerato la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa, eccetto i casi in cui non può essere svolto (per esempio per i già citati collaboratori scolastici).

In altri casi di impossibilità, la gestione avviene ricorrendo agli strumenti delle ferie pregresse, del congedo, della banca ore, della rotazione e di altri analoghi istituti, nel rispetto della contrattazione collettiva e, come ultima possibilità, dell’esenzione dal servizio.

  • I dirigenti scolastici, invece, devono organizzare autonomamente modi e tempi della propria attività quanto più possibile da remoto, assicurando il funzionamento dell’istituzione scolastica. Non possono quindi avanzare richiesta di lavoro agile.

Inoltre, queste figure hanno la responsabilità di limitare la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro.

I servizi che vanno assicurati

Le attività garantite dal mondo scolastico sono le seguenti.

  • I servizi erogabili da remoto tramite lavoro agile.
  • I servizi erogabili solo in presenza se necessari, con programmazione adeguata e rotazione, oltre che all’adozione di tutte le misure preventive disposte dalle autorità sanitarie.
  • Lo svolgimento degli adempimenti amministrativi e contabili.

Questo comporta che:

  • i plessi scolastici che non ospitano strutture amministrative essenziali per il funzionamento della scuola sono chiusi;
  • i plessi centrali sede di segreteria, in cui si svolgono attività amministrativo-contabili, sono aperti solo in caso di esigenze indifferibili e di impossibilità al lavoro agile;
  • dove non vi sono necessità indispensabili per i motivi sopra elencati, le scuole sono aperte virtualmente, ma fisicamente chiuse.

Continua a seguire il nostro blog per altri articoli riguardanti l’ambito del personale ATA.

Vorresti aumentare il tuo punteggio in graduatoria?

Visita il sito www.musaformazione.it e scopri i corsi e le certificazioni Eipass da noi garantite.

Eipass – ATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *