Come diventare App Developer per sistemi Android

app developer android

Oggi più che mai gli sviluppatori stanno vivendo un momento che potremmo definire “d’oro” in quanto le loro competenze sono sempre più richieste sia dalle aziende che operano online sia da quelle tradizionali che si stanno avvicinando però al mondo della tecnologia.

Non solo però a livello aziendale, oggi programmare un’applicazione può fornire anche ampie possibilità di guadagno, ad esempio vendendola ad aziende del settore gaming, oppure mediante i guadagni pubblicitari, o attraverso la sottoscrizione di abbonamenti o la vendita di servizi via app. Insomma, le possibilità nel settore sono varie.

E tra i settori più promettenti c’è lo sviluppo App per i sistemi Android. Oggi la maggior parte delle persone possiede uno smartphone o un tablet Android, per questo motivo specializzarsi in quest’ambito potrebbe essere la scelta giusta. Ma come diventare App Developer per sistemi Android? Quali sono le principali competenze richieste? Scopriamolo insieme!

Le competenze principali di un App Developer Android

Uno sviluppatore di applicazioni mobile su sistema Android deve ampliare le sue competenze ed essere sempre aggiornato sulle ultime novità, sui linguaggi di programmazione più in voga e sulle tendenze del mondo delle app.

Per iniziare questo percorso è necessario innanzi tutto imparare i linguaggi che vengono più utilizzati per la programmazione su Android, tra le opzioni che vengono utilizzate per lo sviluppo troviamo: il linguaggio Java e XML, ma questi non sono sicuramente gli unici, anzi.

Infatti, è possibile padroneggiare più lingue per essere uno sviluppatore più completo e versatile. Tra i principali linguaggi di programmazione troviamo:

  • Basic 4 Android 
  • App Inventor
  • Android Studio 
  • Mono 4 Android

Inoltre troviamo anche:

  • Kotlin: il secondo linguaggio ufficiale per lo sviluppo d’App Android
  • C e C++: permette di sviluppare app mediante l’uso di Java NDK, attraverso C++ invece è possibile sviluppare un codice nativo performante necessario principalmente per i giochi
  • Corona: un tool che permette lo sviluppo di cross platform pensato per semplificare il processo dello sviluppo e che permette il richiamo a librerie native

Questi sono solo alcuni dei linguaggi che si dovrebbe conoscere per iniziare a sviluppare App, ma se si vuole entrare nel settore del gaming è necessario studiare anche le Unità 3D e altri sistemi di programmazione destinati principalmente alla costruzione di un’interfaccia gioco e di un sistema destinato al gaming che sia funzionante e prestante in ogni sua caratteristica.

Studiare l’inglese per rimanere sempre aggiornati

Android app developer

Potrebbe sembrare strano, ma un altro vantaggio per chi sviluppa app Android è la conoscenza della lingua inglese. Infatti, conoscere bene questa lingua ti aiuterà a rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità promosse per i sistemi Android.

A livello internazionale, oggi tutti i forum, i principali siti, e le notizie sugli aggiornamenti sono scritte principalmente in inglese, in quanto è stata “scelta” come lingua comune, che possa unire tutti gli sviluppatori di applicazioni, in modo tale da potersi confrontare con professionisti che operano in tutto il mondo. 

Aggiornarsi con costanza

Come abbiamo visto, la conoscenza della lingua inglese è il modo migliore per riuscire a rimanere sempre aggiornati. Ma perché bisogna continuare a formarsi in quest’ambito? Semplice, una volta che si avranno le competenze base per lo sviluppo d’App Android bisognerà comunque essere informati su ciò che succede in questo settore. Non è possibile pensare che la tecnologia si blocchi all’improvviso e che il mondo delle applicazioni non si evolva.

Dato che si evolve, con una velocità a volte disarmante, un buon sviluppatore d’applicazione deve mantenersi sempre aggiornato, e per farlo deve: consultare blog e forum del settore, controllare su Google eventuali aggiornamenti, frequentare gruppi internazionali dedicati allo sviluppo sui principali Social Network.

Come diventare App Developer Android

Abbiamo visto quali sono le principali competenze per diventare uno sviluppatore d’applicazioni Android. Ma come riuscire a intraprendere questo percorso professionale nel migliore dei modi?

Molti scelgono d’iniziare a studiare da soli, circondandosi dai libri del settore e tentando di sviluppare varie applicazioni sino a quando non riescono a comprendere appieno come riuscire a ottenere delle buone prestazioni sia in termini visivi sia di funzionamento. 

Certo studiare da soli può essere una soluzione, ma questo percorso oltre ad essere molto complesso, porta inevitabilmente a un dispendio di tempo maggiore prima d’imparare tutto il necessario per sviluppare correttamente un’applicazione. Inoltre, comporta più difficoltà per coloro che successivamente vogliono essere assunti nel ruolo di sviluppatori d’applicazioni.

La soluzione migliore per diventare sviluppatori d’applicazioni Android sarebbe quella di seguire un corso di formazione specifico, che ti offra tutti gli strumenti e le competenze necessarie in tempi non eccessivamente lunghi, e che sopratutto possa certificare quanto imparato durante il percorso formativo. Questo percorso di formazione è ideale sia per chi ha già una laurea in informatica ma vuole specializzarsi nello sviluppo App, sia per chi si è avvicinato da poco al mondo della programmazione e vuole certificare le sue competenze e imparare appieno le principali tecniche per sviluppare applicazioni Android.

Vuoi saperne di più sul mondo dello sviluppo d’applicazioni? Continua a seguire il nostro blog! Se invece vuoi seguire un percorso formativo dedicato, scopri il Corso Android App Developer di Musa Formazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *